Quando si parla di interventi pensati per rimodellare l’aspetto del ventre e dell’addome, si fa riferimento soprattutto alla addominoplastica a Roma che consente di intervenire sulla lassità localizzata. In altri casi, viene abbinata alla liposuzione che agisce sulla adiposità dell’addome, ovvero il denso grasso sottocutaneo. Tuttavia, questo è il caso in cui l’addome ha un disperato bisogno di essere modificato. Invece, esistono alcune situazioni in cui si parla solo di miniaddominoplastica.

Che cos’è la miniaddominoplastica

Si parla di mini addominoplastica a Roma per indicare una procedura della chirurgia estetica che permette di eliminare la pelle in eccesso e il grasso localizzato, specie nella parte inferiore dell’addome, cioè al di sotto dell’ombelico.

Si ricorre a questa soluzione anche per correggere la lassità muscolare, nota in gergo come diastasi. Può sorgere dopo una gravidanza oppure in altre situazioni in cui le fasce muscolari hanno perso la loro capacità contenitiva sulle viscere interne, presentando un ventre rilassato e gonfio.

I vantaggi della miniaddominoplastica

Dopo aver capito in breve quali sono i casi in cui si faccia maggiormente ricorso alla mini addominoplastica a Roma, arriva il momento di capire come mai si preferisce questa tecnica rispetto ad altre. Anzitutto, come fa intuire il nome, si tratta di un intervento meno invasivo del tradizionale che quindi ha minori rischi per il paziente che si trova sotto ai ferri chirurgici.

Quello che però è l’aspetto più vantaggioso della mini addominoplastica a Roma riguarda la cicatrice; quella della mini addominoplastica a Roma è naturalmente più piccola e corta, quindi ancora più invisibile di quella che risulta dall’intervento tradizionale (che comunque viene nascosta dalla biancheria e assottigliata al massimo grazie alle migliori tecniche per applicare i punti).

Inoltre, come già anticipato, il chirurgo interviene solamente nella zona al di sotto dell’ombelico. Significa che l’ombelico non viene spostato non occorre quindi riposizionarlo, una delle fasi cruciali della classica addominoplastica a Roma per ottenere un risultato gradevole e naturale. Attorno all’ombelico non ci sono cicatrici né alcun tipo di segno; il paziente conserva il suo ombelico esattamente com’è senza modifiche.

Di Editore