Al giorno d’oggi risulta fondamentale parlare di tematiche come le patologie che colpiscono le ossa e lo scheletro perché sempre più frequenti. In particolare, si parla di osteoporosi, una patologia molto comune che merita quindi un adeguato approfondimento.

Che cos’è l’osteoporosi

Le persone anziane affette da osteoporosi, presentano una minore densità e resistenza ossea poiché lo scheletro ha perso la sua originale capacità di fissare il calcio, elemento fondamentale. Di solito questa condizione si presenta col passare dell’età ma con importanti differenze da un soggetto all’altro. Infatti, c’è chi sviluppa prima l’osteoporosi e chi dopo per via di fattori non ancora del tutto chiari ma che comprendono la familiarità, lo stile di vita è anche il genere. Infatti, ad essere maggiormente colpite da osteoporosi sono le donne che dopo la menopausa non beneficiano più del fattore protettivo degli estrogeni. Tuttavia, l’osteoporosi può presentarsi anche prima facendo parlare di osteoporosi precoce. Una persona anziana che presenta osteoporosi o addirittura altri problemi di salute, è bene che si faccia seguire da un valido infermiere a domicilio a Roma.

Le conseguenze delle osteoporosi

L’osteoporosi rende le ossa meno resistenti perché le cellule perdono la capacità di fissare il calcio diventando porose. Per questo motivo, la malattia prende questo particolare nome. Le sue conseguenze di una grave osteoporosi sono una maggiore probabilità di sviluppare fratture anche in seguito a cadute più banali e di lieve entità. Vale a dire che una semplice caduta nell’ambiente domestico può provocare frattura dell’anca e del femore, le più gravi in assoluto perché possono compromettere la capacità motoria. Risulta importante seguire il trattamento che prevede movimento e fisioterapia, anche passiva da svolgere a domicilio ogni giorno grazie all’intervento di un valido infermiere a domicilio a Roma.

L’importanza della prevenzione

Purtroppo, si tratta di una patologia cronica e degenerativa che quindi peggiora nel corso del tempo. Non esiste una terapia vera e propria che riporti l’osso alle sue condizioni iniziali ma è importante la prevenzione grazie a una dieta adeguata e integratori alimentari specifici.

Di Editore