I prodotti che usiamo tutti i giorni sono controllatissimi, come dimostrato dai certificati di qualità rilasciati solo dopo il superamento di specifici test. All’interno dell’unione Europea sono state stabilite delle regole uguali per tutti i Paesi che riguardano diverse tematiche, tra cui anche la sicurezza dei prodotti. In sostanza, tutti i prodotti certificati con il bollino CE soddisfano i requisiti minimi di sicurezza. Ogni azienda deve sottoporre materiali e prodotti a determinati test tra cui spiccano quelli nelle cosiddette camere climatiche da laboratorio che sono indispensabili per testare i requisiti minimi di sicurezza e sottoporre i diversi materiali o prodotti a un certo stress ambientale.

I test in camera climatica

Per poter testare la qualità di un prodotto, va sottoposto a diversi test secondo le normative vigenti. Le camere climatiche da laboratorio sono proprio dei dispositivi che permettono di effettuare simulazioni ambientali. Consentono di svolgere diversi test importanti, tra cui quelli di temperatura e stabilità. Lo scopo di questi test è verificare la resistenza dei prodotti e / o dei materiali prima della loro messa in produzione e in vendita sul mercato.

In quali ambiti si svolgono i test di sicurezza

In particolare, questi test si rendono necessari in settori quali quello alimentare, tessile, farmaceutico, elettronico, meccanico, automotive e non solo. Infatti, la lista dei settori in cui occorre certificare materiali e prodotti potrebbe essere molto più lunga di così. Basti pensare ai tanti test che devono, per esempio, superare tutti i prodotti destinati ai bambini.

Che cosa si testa nella camera climatica

Tornando però a parlare di camera climatica, questo particolare strumento viene progettato in base alle specifiche richieste affinché possa riprodurre e ricreare determinate condizioni atmosferiche. Quando si parla di tali condizioni, si fa riferimento a fattori quali la temperatura, l’umidità, la purezza. Una camera climatica da laboratorio può simulare temperatura molto rigide, anche -40° C, e molto alte, cioè +180° C. Il clima all’interno della camera può esser modificato in base alle richieste per sottoporre i materiali e i prodotti a uno stress specifico.

Di Editore