Quando si parla di capi in cashmere, c’è ancora molta confusione nella testa delle persone, alcune hanno alcune convinzioni che sono frutto di fantasie e fanfaluche. Oggi quindi sfatiamo 3 dei miti più diffusi sul pregiatissimo, caldissimo e super confortevole cashmere.

Errore num. 1: Il pilling compare sui maglioni di scarsa qualità

Il fenomeno del cashmere pilling si presenta sui capi in lana e cashmere di alta qualità, è quindi un mito da sfatare che siano i maglioni di scarsa qualità a rovinarsi per primi. Al contrario, la presenza dei pelucchi equivale a trovarsi in presenza di un filato molto pregiato e privo di fibre sintetiche. Infatti, non è un caso che i vestiti che si possono lavare e rilavare più volte senza preoccuparsi del ciclo usato siano quelli realizzati in elastan, viscosa, poliestere, acrilico e così via, poiché sono tutte fibre sintetiche.

Tali fibre sintetiche saranno anche facili da lavare ma in pochi sanno che ad ogni lavaggio rilasciano micro particelle e microplastiche dannose per le estremità che si disperdono nell’acqua e nel terreno.

Errore num. 2: i maglioni in lana e cashmere vanno strofinati

Il pilling è del tutto normale e naturale poiché le corte fibre naturali tendono ad accorciarsi ancora di più in seguito a sollecitazioni come la frizione. Per tale ragione, occorre fare molta attenzione durante il lavaggio dei capi in cashmere perché se si sfrega, strofina e gratta per eliminare macchie e altro sporco, il maglione potrebbe rovinarsi e infeltrirsi.

Errore num. 3: il cashmere non va lavato spesso

Poiché il pilling appare dopo un lavaggio poco attento, si è diffusa la falsa credenza che il cashmere e la lana non vadano lavati spesso. Naturalmente, è una fandonia poiché i maglioni e gli altri capi in lana e cashmere vanno lavati ogni qualvolta se ne sente l’esigenza. Se sono sporchi, stropicciati, non hanno un buon odore è il momento del lavaggio che può esser fatto a mano utilizzando un ammollo in acqua tiepide il risciacquo sotto l’acqua fredda oppure in lavatrice selezionando un programma specifico a basse temperature senza centrifuga.

Di Editore